Skip to content

Manioca (o cassava) fritta

10 agosto 2018

Questo piatto semplicissimo è comune in molte regioni dove si coltiva la manioca, in particolare in tutta l’America latina tropicale, dove si chiama in Spagnolo “yuca frita” (niente a che vedere con  la yucca). La si può considerare un’alternativa facile alle patate fritte, che molto difficilmente riescono perfette in casa. La manioca ormai non è così difficile da trovare nei supermercati più forniti o in quelli specializzati in cibi esteri; più sotto ci sono le foto della radice cruda (così sapete cosa cercare) e, in fondo, alcune curiosità.

Leggi tutto…

Annunci

Limonata

29 luglio 2018

Mi è stata chiesta e farla bene è meno scontato di quanto non sembri. In fondo, alcune considerazioni sullo zucchero e i dolcificanti nelle bibite.

PS: Ho molte ricette da aggiungere ultimamente. Per non ritrovarmi nella condizione di metterne due o tre a distanza di pochi giorni e poi passare mesi senza saper che scrivere, ho deciso di pubblicarle al ritmo di una ogni dodici giorni. Vediamo quanto duro!

Leggi tutto…

Risotto al pomodoro (in bianco)

17 luglio 2018

Dalle cucine di alcuni chef blasonati esce da qualche anno un risotto che sembra in bianco, ma ha un forte, inconfondibile sapore di pomodoro. Siccome prepararlo in casa è molto semplice (anche se non velocissimo) e il risultato, al di là dell’effetto sorpresa, non è proprio niente male, ho pensato di proporlo qui. È molto saporito, piacevolmente acidulo e indistinguibile all’aspetto da un risotto cotto semplicemente con il brodo, cioè è poco più giallino di uno cotto con sola acqua.

Non so nemmeno con che cosa sia questo risotto, ma il risultato è uguale o ancor più bianco. A me piace molto più liquido.

Leggi tutto…

Salmorejo

5 luglio 2018

Restiamo a Cordova! Il salmorejo, assieme all’ajoblanco, si può considerare una versione “seria” del gazpacho, nel senso che è molto più sostanzioso e basta certamente per una cena. Come il secondo, è a base di pomodori, ma non ha aceto, né cipolla, né peperone, né cetriolo e contiene parecchio più olio e pane. La consistenza è più o meno quella dello yogurt.

Si guarnisce tipicamente con uovo sodo e prosciutto crudo, ma esiste anche con uovo e tonno sott’olio. Il prosciutto che andrebbe usato è il jamón ibérico, che io non saprei distinguere da un ottimo prosciutto crudo italiano. In Andalusia, lo si serve anche come salsa d’accompagnamento ai fritti.

Leggi tutto…

Melanzane con melassa (o miele)

23 giugno 2018

Questo piatto (berenjenas con miel de caña) è tipico di Cordova, capitale storica dell’Andalusia. Si tratta di melanzane fritte, servite con melassa scura (ne parlo qui). Questa non si trova facilmente in Italia; avete qualche possibilità nelle drogherie fornite o nei negozi di alimentazione naturale. Altrimenti, ordinatela in rete. Come alternativa, che a quanto pare esiste anche in Spagna, si può anche usare un miele scuro, ad esempio di castagno o melata, ma con moderazione, perché è comunque molto più dolce della melassa.

Sentendo “melanzane fritte” forse avrete in mente quelle che si usano per la caponata, la parmigiana o per la pasta alla Norma. Niente di tutto ciò: così verranno croccanti e asciutte quasi come delle buone patate fritte. Se le volete provare senza melassa o miele, sono ottime anche scondite.

Non do dosi, ma una melanzana media basterà per due persone se volete servirla come unico contorno e per tre o quattro se andrà come stuzzichino.

Rubata a uno che a sua volta l’ha rubata.

Leggi tutto…

Porri al forno

12 giugno 2018

I porri, oltre che per fare un ottimo risotto, si possono servire anche come contorno, cotti al forno. Per semplicità, la tentazione di prepararli con gli stessi ingredienti ma in padella è forte: non cedete, il risultato non è nemmeno confrontabile. Il sapore è molto delicato e ricorda vagamente quello degli asparagi.

Leggi tutto…

Pasta coi pomodori secchi

31 maggio 2018

Capita a volte di dover prevedere una cena senza sapere quanti si sarà a tavola, o addirittura se si cenerà in casa o fuori. Questa ricetta è utile da sfoderare proprio in queste occasioni di emergenza.

Il risultato è saporito e particolare quanto basta a non sembrare proprio rudimentale, ma non così esotico da far storcere il naso a qualcuno. Si prepara in pochi minuti, è economicissima e non ha ingredienti deperibili, che andrebbero gettati se, alle dieci e mezza e al quinto o sesto giro di aperitivo, si realizzasse collettivamente che una cena solida è un vezzo d’altri tempi.

Leggi tutto…